Vinificazione e Conservazione

Rossi, bianchi e rosati | Come si ottengono le colorazioni

0

La colti­vazione della vigna e la vinificazione sono operazioni che variano molto da paese a paese. In seguito alla raccolta, le uve vengono immediatamente sottoposte a cicli di lavorazioni differenti a seconda del vino che si vorrà ottenere. Per quanto riguarda i metodi per otte­nere le varie colorazioni dei vini (rossi, bianchi e ro­sati) si lavora sulla fermentazione.

Come si ottengono i vini rossi

I vini rossi si ottengono da uva di qualità rossa posta in tini dopo la pigiatura delle vinacce. Il succo dell’uva, ad ecce­zione di alcuni vitigni detti tintori, è di colore bianco. Il colore rosso si ottiene dalla buccia durante la fer­mentazione. Scopri come avviene la vinificazione in rosso

Come si ottengono i vini bianchi

A differenza di quello che si potrebbe pensare, i vini bianchi non si ottengono solo da uve bianche, certo non è difficile ottenerli da queste uve, ma è pos­sibile servirsi anche di uve di qualità nera. Basta separare immediatamente il succo d’uva ottenuto con la spremitura da tutti i residui: graspi e bucce. Leggi l’articolo sulla vinificazione in bianco

Come si ottengono i vini rosati

I vini rosati si possono ottenere sia dal metodo per vinificare in bianco sia dal metodo per vinificare in rosso.

Partendo da uve di qualità nera vinificate con lo stes­so metodo impiegato per i vini bianchi, ma lasciando invece a contatto per qualche ora le bucce e mosto (succo d’uva). Una delle principali difficoltà nella vi­nificazione dei vini rosati è rappresentata dal colore; un trattamento maldestro o un vitigno mal scelto possono dare un colore salmonato che tira al giallo e che non tenta affatto il consumatore. Un buon vignaiolo deve quindi avere anche l’occhio del pittore. Leggi l’approfondimento sui vini rosati.

You may also like

Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *